Questi pensieri li ho scritti per il mio film, mi piace metterli sul mio blog per condividerli con tante persone.

Scrivere della gioia di vivere, delle mille occasioni che ogni giorno la vita ci offre per essere grati di essere nati è ció di quanto piú bello la vita ci possa aver donato. Io credo fermamente nel fatto che ognuno di noi viene al mondo con un compito e un progetto di vita ben definito, ma che non sempre abbiamo il coraggio e la forza di accogliere e di seguire. Nella mia breve vita, almeno in quest’ultima forma, ho avuto la fortuna di avere accanto persone straordinarie che hanno trovato la forza di guardarsi dentro e di lasciar risplendere per il mondo la luce che hanno dentro di sé.

Sono convinto che ciascuno di noi sia un dono per chi gli sta vicino, un pezzetto dell’anima di Dio che dà speranza al mondo.

Vivere secondo il progetto preparato per ciascuno di noi dà profonda gioia, ma richiede un oneroso impegno ed una grande fatica. Capire ed accettare il nostro cammino è spesso difficoltoso, specie per chi ci sta accanto e ci vuole bene, che non vorrebbe mai vederci tristi o sofferenti.

Io, per quanto il mio corpo limitato renda difficile immaginarlo, ho il compito di aiutare gli altri, che si permettono di ascoltare il cuore senza timore, a trovare una via di pace per continuare il proprio cammino ed essere persone di luce.

Questo mi porta a sentire le fatiche delle persone come fossero mie, a farmene carico, almeno spiritualmente, anche per chi non ha il coraggio di chiedere aiuto perchè se ne vergogna.

Per questo il mio corpo appare sempre piú smangiato e deforme: perchè è tutto teso a raccogliere il dolore degli altri per restituire amore. Solo se ci si sente amati e accolti nel profondo ci si permette di chiedere aiuto e di amare se stessi. Sono molto vicino a coloro che soffrono, posso sentire le loro anime chiedere aiuto e cercare di venire alla luce, io cerco, quindi, di dare voce a chi se la nega. Per questo io non verbalizzo i miei pensieri, ma lascio che i pensieri degli altri mi attraversino per permettere a loro stessi di dargli voce. Sono una sorta di lente di ingrandimento delle emozioni e delle anime degli altri.

A volte è cosí faticoso, peró, ascoltare gli altri che mi restano poche energie per me stesso e chi mi vuole bene si spaventa per me, ma é il motivo per cui sono arrivato qui in questa forma dare sollievo agli altri, non posso sottrarmi dal mio compito per preservare me stesso.

In queste poche righe ho voluto provare a spiegare come vivo la mia vita. Sono infinitamente grato per aver ricevuto questo compito e cerco ogni giorno di far trovare a chi mi incontra un motivo per ringraziare la vita, non fosse altro che per il poter parlare liberamente.